skip to the content

UNICEF e Roche: una partnership per migliorare l'istruzione dei bambini in Malawi

12/10/2006

In base all'accordo annunciato il 12 ottobre 2006, Roche devolverà dei fondi all'UNICEF Svizzera per l'acquisto di banchi, uniformi scolastiche, libri di testo e altro materiale scolastico destinati alle scuole che accolgono i bambini resi orfani dall'AIDS. Tale accordo si basa sia sul progetto già in essere portato avanti da Roche e dall'ECPP (European Coalition of Positive People) per la realizzazione di centri di sostegno diurno per i bambini resi orfani dall'AIDS in Malawi, sia sul progetto “Scuole per l'Africa”, creato dall'UNICEF in collaborazione con la Fondazione Nelson Mandela per promuovere l'istruzione in 6 paesi africani fra cui il Malawi. Per il raggiungimento di questi obiettivi, Roche destinerà all'UNICEF Svizzera una parte dei fondi raccolti attraverso la Global Roche Employee AIDS Walk, iniziativa che vede il coinvolgimento del personale dell'Azienda, e che prevede il raddoppio da parte di quest'ultima della somma donata dai propri dipendenti.

“ Speriamo che questa collaborazione con l'UNICEF, organizzazione  che vanta una notevole esperienza, soprattutto in materia di istruzione, ci consentirà  di unire le nostre risorse per migliorare le condizioni di scolarizzazione e, alla fine,  dare a questi bambini un mezzo che permetta loro di  sottrarsi  alla povertà, contribuendo al contempo alla prevenzione contro l'HIV/AIDS. E' un grande passo in avanti che va ad ampliare il ventaglio di attività messe in atto tre anni fa dai nostri collaboratori, con l'obiettivo di migliorare la vita di questi bambini del Malawi” ha dichiarato  Franz B. Humer, Presidente e CEO di Roche.

“Accogliamo con piacere l'impegno di Roche volto a dare sostegno a quei bambini le cui vite sono state terribilmente segnate dall'AIDS e siamo lieti di poter mettere  a disposizione la nostra esperienza maturata sul territorio per migliorare  la qualità e la fruibilità dell'istruzione per questi bambini. La possibilità di accedere all'istruzione primaria costituisce un bisogno irrinunciabile nonché un diritto per ogni bambino, poiché fornisce loro sia un sostegno emotivo sia quelle capacità che permettono di affrontare meglio la vita, dando loro la prospettiva di un futuro più roseo”  ha dichiarato  Elsbeth Müller, Direttore Esecutivo dell' UNICEF Svizzera.

Attualmente, solo il 26% delle bambine ed il 32% dei bambini in Malawi frequentano la scuola secondaria. E' stato dimostrato che la possibilità di aumentare la fruibilità e la durata della scolarizzazione dei giovani – e soprattutto delle ragazze -  contribuisce significativamente a diminuire la loro vulnerabilità al virus HIV/AIDS; la percentuale di coloro che contraggono l'HIV è due volte più elevata fra i giovani che non arrivano a finire la scuola primaria, rispetto a coloro che invece l'hanno terminata

Nell'ambito di questa collaborazione, l'UNICEF si concentra sull'insegnamento primario destinato ai bambini, mentre l'ECPP si occupa del programma d'insegnamento secondario per i bambini più grandi, programma finanziato anche tramite la Global Roche Employee AIDSWalk.

La partnership tra Roche e l'ECPP, organizzazione inglese non governativa che opera in Malawi, consente di supportare in questo paese  sette centri che garantiscono  a circa 3,000 bambini orfani un sostegno quotidiano, fornendo loro cibo, acqua, vestiti, cure mediche di base  e un'istruzione.

What's Real, issue 1 June 2005
Tutti i marchi utilizzati e/o citati nel presente comunicato sono soggetti a tutela legale.
http://www.unicef.ch
- European Coalition of Positive People: http://www.ecpp.co.uk
- Access to Healthcare: www.roche.com/home/sustain/sus_med.htm
- Roche nell'ambito dell' HIV: www.roche-hiv.com

Torna alle News