skip to the content

Roche Diagnostics

Ogni anno l'azienda promuove sul territorio nazionale numerose iniziative di sensibilizzazione relative a patologie specifiche e mette a disposizione gratuitamente i propri strumenti per screening e campagne di prevenzione.

Alcuni esempi:

  • Da diversi anni Roche Diagnostics supporta l'iniziativa La salute in piazza, promossa dall'Ospedale Niguarda di Milano e dalla Fondazione De Gasperis, finalizzata a informare e motivare i cittadini a seguire corretti stili di vita sia dal punto di vista alimentare che comportamentale, al fine di ridurre i rischi di infarto, ictus e altre patologie correlate al sistema cardiocircolatorio.
  •   
  • Nell'ambito di una campagna informativa di livello nazionale, in occasione della 1° giornata della Prevenzione per le Malattie al Fegato del 2008 Roche Diagnostics ha partecipato, presso i cinque ospedali principali di Roma (San Camillo, San Giovanni, Sant'Eugenio, Policlinico Umberto I, San Giacomo) ad una giornata dedicata allo screening dell'epatite;
  •   
  • Fra aprile e giugno 2008 Roche Diagnostics ha contribuito alla realizzazione dell'iniziativa Ferrara arte e prevenzione - mens sana in corpore sano, un evento gemellato con la mostra concomitante del pittore estense Benvenuto Tisi, detto il Garofalo, e che proponeva differenti percorsi turistici nella città, stimolando la fruizione artistica ed il movimento fisico. L'iniziativa, rivolta ai visitatori della mostra, comprendeva inoltre la compilazione della carta del rischio vascolare ed il test per la misurazione dei livelli di colesterolo effettuati con la strumentazione messa a disposizione gratuitamente dall'Azienda.

    Numerose anche le attività che da anni Roche Diagnostics porta avanti per contribuire a migliorare la qualità di vita delle persone affette da diabete e dei loro familiari e per informare ed educare sulla patologia. Fra queste vi sono:
    • i campi scuola per ragazzi con diabete di tipo 1, di età compresa tra i 7 e i 17 anni. Nel corso del campo, o soggiorno educativo, i ragazzi hanno la possibilità di conoscere e gestire al meglio la malattia, affiancati da pediatri e specialisti, e contemporaneamente di socializzare e confrontarsi con altri ragazzi.
    • Il progetto Accu-Chek Coast to Coast , il primo campo scuola a cavallo, che nel giugno del 2008 ha visto 15 adolescenti affetti da diabete affrontare un Coast to Coast dall'Adriatico al Tirreno; un percorso durante il quale i ragazzi, grazie all'aiuto di medici specialisti, psicologi ed educatori e grazie al confronto e alla condivisione con altri coetanei, hanno imparato a migliorare il proprio rapporto con la malattia e, di conseguenza, la propria qualità di vita.

A queste iniziative si aggiungono varie attività editoriali e online (Modus, DM1) volte a fornire servizi, supporti, informazioni inerenti il diabete.