Media Release

Monza, 01.02.2018

Top Employers 2018: Roche Italia moltiplica per tre.

  • Nella ricorrenza dei 120 anni di presenza in Italia, tutte e tre le società del Gruppo Roche ricevono la certificazione Top Employers per l’eccellente gestione delle risorse umane.
  • Valorizzazione dei talenti, formazione e opportunità di sviluppo, conciliazione tra vita privata e professionale: questi i punti di forza.

 

Per il quinto anno consecutivo, Roche S.p.A. entra nel novero delle aziende certificate da Top Employers Institute, l’ente che premia le migliori aziende al mondo in ambito occupazionale. Per la prima volta, il prestigioso riconoscimento va a tutte e tre le società del Gruppo presenti in Italia: Roche S.p.A., che rappresenta la divisione farmaceutica, Roche Diagnostics S.p.A. e Roche Diabetes Care Italy S.p.A.

Un traguardo reso possibile grazie alla costante attenzione che Roche rivolge a tutti gli oltre 1.200 dipendenti delle affiliate italiane, ben 4 generazioni presenti contemporaneamente in azienda, anche attraverso programmi dedicati di conciliazione tra vita privata e professionale e un variegato pacchetto di benefit. Sviluppo della persona e opportunità di crescita sono gli altri punti di forza riconosciuti.  

In questi ultimi tre anni, Roche Italia ha investito oltre 190.000 ore in formazione, e ha permesso a 100 giovani di fare un’esperienza di stage, di cui quasi la metà è poi entrata in organico; ha inoltre offerto alle proprie persone numerose opportunità di sviluppo professionale e di carriera, sia locali sia internazionali – oltre 130 solo nel 2017. Infine, sono stati implementati progetti per l’acquisizione dei talenti e per lo sviluppo di competenze chiave per l’Azienda. “Contando quanto già stanziato per il 2018, possiamo dire di aver investito circa 3 milioni di euro in formazione” – commenta Amelia Parente, Human Resources & Communications Director, Roche S.p.A. “Si tratta di un investimento importante che, solo negli ultimi 3 anni, è aumentato del 10% ogni anno. Roche è un’Azienda guidata dalla Ricerca, che guarda all’eccellenza in ogni ambito. Crediamo fortemente che solo attraverso l’acquisizione e lo sviluppo di competenze eccellenti e all’avanguardia si possano continuare a garantire i livelli di engagement straordinari che abbiamo e, in ultima analisi, il miglioramento della qualità di vita dei pazienti.”

Un’attenzione, quella di Roche nei confronti delle proprie persone, che ha portato l’Azienda ad impegnarsi costantemente nella proposizione di servizi che facilitassero sempre più la conciliazione tra vita privata e professionale, con un approccio lungimirante che nasce da una solida valutazione dei bisogni dei dipendenti e del contesto sociale anche fuori dall’azienda, nonché dalla volontà di essere una realtà socialmente responsabile a tutto tondo. “Il risultato di questo impegno è un pacchetto benefit estremamente variegato, in continua evoluzione, capace di rispondere alla sfida demografica di ben quattro generazioni che collaborano in Azienda, ciascuna con le proprie specificità e necessità. Questa offerta è stata pensata per soddisfare le esigenze di tutte e tre le realtà aziendali di Roche Italia ed è anche per questo che, quest’anno, siamo particolarmente orgogliosi di ricevere questa triplice certificazione.” – aggiunge Diego Vailati Venturi, Human Resources & Communication Director, Roche Diagnostics S.p.A.

Da questo approccio, deriva l’introduzione nel 2017 del Conto Welfare che ha consentito di allocare circa 1,5 milioni di euro in pacchetti di incentivi integrativi che ciascun dipendente può scegliere di destinare a assistenza sanitaria, educazione e istruzione dei figli, assistenza ai familiari, ad esempio anziani, o alla previdenza complementare. Sempre nell’ottica della conciliazione tra vita privata e professionale, inoltre, si inseriscono i servizi presenti in sede come la mensa e la palestra, l’organizzazione di campus estivi rivolti a tutti i figli dei dipendenti, e nella cui offerta rientrano anche soggiorni all’estero e campus di delfinoterapia, con educatori di sostegno dedicati. Tra le best practice, si segnalano una vasta campagna di prevenzione, cui aderisce circa l’85% dei dipendenti, e la presenza in sede di un’équipe salute, composta da una counselor, un medico e un’assistente sociale che si occupano sinergicamente del benessere psico-fisico dei dipendenti. “Crediamo molto nella necessità di investire costantemente nella soddisfazione dei bisogni delle nostre persone che cambiano esattamente come cambia il contesto in cui ci muoviamo. Per questo lavoriamo in modo sinergico tra le divisioni per garantire un’offerta sempre aggiornata e flessibile in base alle esigenze individuali. L’introduzione del Conto Welfare e l’offerta di servizi orientati al benessere del dipendente e al sostegno della famiglia sono un esempio concreto del nostro impegno.” – conclude Valentina Figna, Human Resources Manager, Roche Diabetes Care Italy S.p.A.

Infine, il tema della Diversity & Inclusion è una delle aree di attenzione per l’Azienda a livello sia internazionale che locale, dove attualmente, all’interno dei comitati di direzione, il 30% dei ruoli è ricoperto da donne.

 

 

Comunicazione Roche S.p.A.

Benedetta Nicastro       benedetta.nicastro@roche.com             334 6407175

Chiara Travagin            chiara.travagin@roche.com                 348 8818985

Valentina Orlandi          valentina.orlandi@roche.com               346 1047191


Comunicazione Roche Diagnostics S.p.A
.

Silvia Zucca                   silvia.zucca@roche.com                     348-8979095

 

Comunicazione Roche Diabetes Care Italy S.p.A.

Debora Cola                   debora.cola@roche.com                    346-0139658