Poco più di un anno fa, l’OMS dichiarava lo stato di pandemia.

In questa emergenza sanitaria senza precedenti, vogliamo far arrivare il nostro pensiero a tutte le persone che hanno perso i propri cari, ai pazienti e agli operatori sanitari. Lavoriamo giorno e notte per aumentare, ove possibile, la fornitura di test e farmaci; stiamo collaborando con le autorità e con tutte le organizzazioni locali per aiutare coloro che si trovano in prima linea, i medici, i farmacisti, gli infermieri e i laboratoristi; ci impegniamo affinchè i pazienti, molti dei quali hanno malattie gravi, possano ricevere le cure di cui hanno bisogno.

Per risollevarci è fondamentale che i settori pubblico e privato, in tutto il mondo, cooperino per ridurre il peso che la malattia da COVID-19 ha sulla società, l’economia, i sistemi sanitari e la vita delle persone. L’impatto di COVID-19 va ben oltre coloro che lo contraggono.

  • Fin dai primissimi giorni dell’emergenza sanitaria, abbiamo messo a disposizione della comunità tutte le nostre risorse: economiche, di farmaci, dispositivi diagnostici, servizi, e soprattutto le nostre persone. Potendo contare su un expertise unico, che integra le competenze farmaceutiche con quelle diagnostiche, oggi siamo in grado di fornire un portafoglio di terapie immunologiche e antivirali e di test diagnostici all’avanguardia che possono fornire al clinico informazioni a largo spettro: dall’identificazione dell’agente patogeno alla rilevazione della risposta anticorpale.
  • In Italia, siamo stati la prima azienda farmaceutico-diagnostica a scendere a fianco delle istituzioni, solo un paio di giorni dopo che l’OMS aveva dichiarato lo stato di pandemia, con un’iniziativa chiamata “Roche si fa in 4”, basata su quattro pilastri: farmaci e servizi; donazioni; volontariato di competenza; campagna educazionale a sostegno dei giovani. Clicca qui per saperne di più
  • Test affidabili e di alta qualità sono essenziali per aiutare i sistemi sanitari a superare questa pandemia e finora il Gruppo Roche ha lanciato 16 soluzioni diagnostiche per ridurre al minimo l'impatto di COVID-19. Non appena il nuovo virus SARS-CoV-2 è stato sequenziato all'inizio del 2020, ci siamo messi al lavoro e il 13 marzo 2020 siamo diventati la prima azienda a ricevere l'autorizzazione per l'uso di emergenza (EUA) della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per un test molecolare in grado di rilevare il virus, destinato a laboratori caratterizzati da un elevato volume di lavoro. Da allora, abbiamo continuato ad ampliare la gamma di soluzioni diagnostiche del nostro portfolio globale per aiutare nella lotta contro COVID-19.
  • Oltre al test PCR gold standard, abbiamo sviluppato test antigenici per aiutare a diagnosticare il virus in ambienti in cui vi è un'infrastruttura di laboratorio molecolare limitata, test antigenici rapidi da utilizzarsi in contesti Point of Care, test per la rilevazione contemporanea di SARS-CoV-2 e influenza A/B sia per laboratori ad elevata processazione sia per contesti Point of Care, e test in grado di rilevare gli anticorpi del virus che possono aiutare a monitorarne la diffusione e possono anche supportare lo sviluppo del vaccino. Il 16 marzo 2021 è stato lanciato il test per le varianti SARS-CoV-2, pensato per rilevare le principali mutazioni spike nelle varianti del virus associate ad una maggiore trasmissione da uomo a uomo.
  • Roche sta lavorando a stretto contatto con i governi e le autorità sanitarie di tutto il mondo e ha aumentato significativamente la produzione per supportare la disponibilità di test a livello globale.

  • Oltre ai test diagnostici, stiamo anche cercando attivamente opzioni terapeutiche per il futuro, a partire dal proprio portafoglio di prodotti. Nel 2020, Roche ha stipulato una serie di nuove partnership, tra cui Gilead, Regeneron e Atea, per sviluppare, produrre e distribuire molecole che possono potenzialmente sia trattare che prevenire COVID-19.
  • A ottobre 2020, Roche ha annunciato una partnership con Atea Pharmaceuticals per sviluppare congiuntamente un composto sperimentale che ha il potenziale per essere il primo antivirale orale per il trattamento dei pazienti COVID-19 al di fuori dell'ambiente ospedaliero e in ospedale consentendo la produzione su larga.
  • Insieme al partner Regeneron, stiamo studiando e sviluppando un cocktail di anticorpi monoclonali, con l’obiettivo finale di ridurre la necessità di ricovero in ospedale. A livello italiano, stiamo lavorando insieme alle istituzioni per fare in modo che questa terapia possa arrivare nel nostro Paese nel minor tempo possibile. Clicca qui per saperne di più
  • Inoltre, stiamo esplorando il potenziale delle nostre molecole sperimentali e del portafoglio esistente.

  • Come Roche Italia seguiamo il paziente durante tutto il suo percorso di cura (dalla diagnosi, alla cura, al monitoraggio). Abbiamo la forza di portare soluzioni che integrano una medicina trasformativa a servizi innovativi e sostenibili per il Sistema, forti di un passato in cui abbiamo radicalmente cambiato la storia di alcune patologie e proiettati a un futuro in cui i modelli sanitari verranno rivoluzionati.
  • Oltre all’offerta di test diagnostici e medicinali, ci siamo concentrati anche sull’offerta di servizi che consente da una parte di essere al fianco dei pazienti, dall’altra di contribuire ad un sistema salute più sostenibile.
  • Roche ha dato avvio a un pacchetto di servizi nato dalla co-creazione con gli stakeholder per offrire soluzioni, migliorare il percorso di cura del paziente e generare valore per l'intero sistema sanitario, anche in collaborazione con il mondo dell’open innovation. Clicca qui per saperne di più

Roche sta lavorando con la massima priorità e urgenza per mitigare eventuali interruzioni di fornitura attuali e future. Tuttavia, potrebbero verificarsi ritardi e interruzioni dovute a una domanda senza precedenti, alle attuali limitazioni di trasporto e viaggio e al potenziale limite di capacità della forza lavoro nelle località COVID-19 ad alto impatto.

La lezione più grande che abbiamo appreso è che per fronteggiare un’emergenza di questa magnitudo è necessaria non solo la collaborazione e l’impegno di tutti gli attori del sistema salute, ciascuno per le proprie competenze, ma anche l’introduzione di approcci e di soluzioni integrate.

In tutto il mondo esiste un'intensa cooperazione tra industria, ospedali, organizzazioni non profit, governi e organismi di regolamentazione per garantire che supportiamo dove possibile per contenere il coronavirus.

In questi tempi eccezionali, Roche è al fianco d i governi, operatori sanitari e tutti coloro che lavorano per superare la pandemia.