“Il tuo punto di vista conta – Non lasciare che le maculopatie ti fermino” è una campagna promossa da Roche Italia, con il patrocinio di Associazione Pazienti Malattie Oculari, Comitato Macula, Retina Italia ODV e Società Italiana di Scienze Oftalmologiche (SISO), che ha l’obiettivo di fare awareness sulle maculopatie, in particolare degenerazione maculare umida (nAMD) ed edema maculare diabetico (DME) e di far emergere i bisogni dei pazienti e caregiver.

CONOSCERE LE MACULOPATIE: CHE COSA SONO?

Le maculopatie sono patologie che interessano la macula, l’area che si trova al centro della retina. Le più diffuse sono la degenerazione maculare legata all’età (AMD) e l’edema maculare diabetico (DME), che colpiscono principalmente le persone con più di 50 anni.

La degenerazione maculare legata all’età (AMD) è una patologia che colpisce la parte della retina deputata alla visione centrale nitida e dettagliata, necessaria per attività come la lettura[1,2]. Esistono due forme di AMD a seconda di come la macula viene danneggiata: ‘AMD secca’ e ‘AMD neovascolare o umida’.

Nella AMD secca i materiali di scarto si accumulano al di sotto della retina con un graduale assottigliamento degli strati della macula man mano che le vecchie cellule muoiono, non essendo sostituite dall’organismo. La AMD neovascolare o “umida” (nAMD) è, invece, una forma avanzata della malattia che, se non trattata, può provocare una perdita rapida e grave della vista e si sviluppa con la crescita incontrollata di nuovi vasi sanguigni anomali sotto la retina[3,4]. Circa 20 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di nAMD, la causa principale di perdita della vista negli ultrasessantenni[1,5,6].

Anche l’edema maculare diabetico (DME) è una grave patologia della vista ed è una delle complicanze del diabete. Può colpire le persone con diabete (tipo 1 e tipo 2). Nel mondo sono circa 21 milioni le persone che ne soffrono. Gli alti livelli di glucosio – che caratterizzano il diabete - danneggiano i piccoli vasi sanguigni della retina. Il DME insorge quando i vasi danneggiati iniziano a sanguinare e riversare liquidi nella macula. L'accumulo di liquidi provoca quindi un rigonfiamento, ovvero un edema[2,7]. Se non trattato adeguatamente può portare a una importante ipovisione e peggioramento della qualità di vita dei pazienti che ne sono affetti[8,9].

L’IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI PRECOCE

L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione sulle maculopatie e far emergere i bisogni dei pazienti, sottolineando l’importanza della prevenzione. Con questi obiettivi, oltre a momenti di informazione attraverso conferenze stampa, verranno effettuati screening della vista gratuiti sul territorio nazionale, facendo tappa in diverse città italiane come Milano, Roma, Genova. Durante le giornate dedicate, le visite oculistiche di primo livello, effettuate da uno specialista, e includeranno una scansione precisa della retina attraverso la tomografia a coerenza ottica (OCT).

IN GIRO PER L’ITALIA: LE TAPPE

La campagna, articolata in tappe su tutto il territorio nazionale, prevedrà una conferenza stampa informativa e dei momenti dedicati alla popolazione maggiormente a rischio per età promuovendo due giornate di screening gratuito nei teatri e nelle bocciofile, quest’ultime messe a disposizione dalla

Nel corso del 2023 diverse città italiane saranno coinvolte nelle attività di screening a supporto della campagna:

  • Milano: 17 giugno 2023 presso il teatro Manzoni e 1 luglio 2023 presso la bocciofila Caccialanza di via Padova

  • Roma: 13 e 14 ottobre 2023 presso il Festival della Salute - Auditorium dell'Ara Pacis. Il 21 ottobre presso il Centro Federale F.IB Bocciodromo.

  • Genova: sabato 11 novembre presso Teatro della Gioventù e sabato 18 novembre presso Associazione Bocciofila Genovese.

  • Pescara: sabato 16 dicembre presso Fondazione Pescara Abruzzo, corso Umberto I, 83 (dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00).

Referenze

  1. Pennington KL, et al. Epidemiology of age-related macular degeneration (AMD): associations with cardiovascular disease phenotypes and lipid factors. Eye and Vision. 2016;3:34.

  2. Little K, et al. Myofibroblasts in macular fibrosis secondary to neovascular age-related macular degeneration-the potential sources and molecular cues for their recruitment and activation. EBioMedicine. 2018;38:283-91.

  3. Connolly E, et al. Prevalence of age-related macular degeneration associated genetic risk factors and 4-year progression data in the Irish population. Br J Ophthalmol. 2018;102:1691–5.

  4. Wong WL, et al. Global prevalence of age-related macular degeneration and disease burden projection for 2020 and 2040: a systematic review and meta-analysis. Lancet Glob Health. 2014;2:106–16.

  5. Yau JWY, et al. Global prevalence and major risk factors of diabetic retinopathy. Diabetes Care. 2012;35:556-64

  6. Park SJ, et al. Extent of exacerbation of chronic health conditions by visual impairment in terms of health-related quality of life. JAMA Ophthalmol. 2015;133:1267-75